Arriva dopo 10 anni un nuovo farmaco contro il cancro al seno

Barsaba Taglieri
Febbraio 8, 2018

In Italia si stima siano circa 30.000 le donne con tumore al seno in forma avanzata o metastatica, caratterizzata dalla diffusione della malattia dal seno ad altre zone del corpo, come ossa, fegato, polmone o cervello. Le opzioni di trattamento sistemico per il tumore al seno metastatico includono la chemioterapia, la terapia ormonale e le terapie target.

Prima novità in 10 anni nel trattamento di una forma metastatica di tumore del seno. Sbarca in Italia un'importante innovazione terapeutica per le neoplasie Hr+/Her2-, circa il 60% di tutti i casi di carcinoma mammario metastatico: palbociclib (Ibrance*) è ora disponibile anche nel nostro Paese, a seguito dell'autorizzazione alla rimborsabilità da parte dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Fino al 30% delle donne con diagnosi iniziale di tumore al seno in stadio precoce potrà infatti sviluppare un tumore al seno metastatico. "Questo tipo di tumore invade i vasi sanguigni e/o linfatici e colonizza altri organi e tessuti, sviluppando nuove sedi di malattia a distanza macroscopicamente visibili - dichiara Sabino De Placido, Direttore Oncologia Medica Università degli Studi di Napoli Federico II". Infatti, le cellule neoplastiche mutano continuamente e diventano resistenti o sensibili a trattamenti antitumorali. In quest'ambito alcuni approcci prendono di mira i blocchi che limitano l'azione degli anticorpi contro il tumore, mentre altri richiedono di ingegnerizzare geneticamente le cellule immunitarie del paziente per renderle capaci di contrastare il cancro; ma si tratta sempre di procedure costose, lente e con effetti collaterali difficili da prevedere. Lo scopo del Palbociclib è rendere questo aggressivo cancro una sorta di patologia cronica, con la quale le pazienti riescono a convivere molto più a lungo che in passato e con una qualità della vita migliore. Palbociclib - sviluppato da Pfizer - è il primo di una nuova classe di prodotti a bersaglio molecolare, gli inibitori delle chinasi ciclina-dipendenti 4 e 6 (CDK 4/6), due proteine implicate nella regolazione e progressione del ciclo cellulare.

Ma a quali pazienti può essere prescritto? Attualmente non ci sono cure per il tumore al seno metastatico e l'obiettivo del trattamento è di prolungare la sopravvivenza mantenendo una buona qualità di vita.

IL TRIAL - L'iter approvativo di palbociclib si basa su un robusto corpus di dati che comprende i risultati del trial Paloma-1 di fase 2 in donne in post-menopausa con carcinoma mammario metastatico positivo al recettore degli estrogeni (Er+)/Her2- che non avevano ricevuto una precedente terapia sistemica per la loro malattia avanzata, lo studio Paloma-2 di fase 3 eseguito nella stessa popolazione di pazienti e il trial Paloma-3 di fase 3 in donne con cancro al seno metastatico Hr+/Her2- in progressione dopo una precedente terapia endocrina. Per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa malattia è stata avviata una nuova campagna di sensibilizzazione chiamata: "Voltati. Guarda. Ascolta." per dar voce alle donne con tumore al seno metastatico. Inoltre, una delle storie sarà selezionata per la trasposizione in un cortometraggio, che sarà veicolato attraverso i canali social e Festival cinematografici.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE