Dubai Tour, Groenewegen vince la prima tappa, Viviani terzo

Rufina Vignone
Febbraio 6, 2018

Sedici squadre per un totale di 105 corridori al via.

LO SQUALO HA FAME Lo 'Squalo dello Stretto' alla vigilia della manifestazione ha dichiarato: "Dal Dubai Tour mi aspetto soprattutto di mettere il ritmo gara nelle gambe". Già perché gli obiettivi stagionali sono tanti e Nibali deve recuperare un po' di tempo perduto nelle settimane scorse visto che tra il ritorno dall'Argentina e il maltempo che ha trovato a Lugano in fase di allenamento, ha perso qualche giorno. Proprio a Dubai l'azzurro si è presentato un po' in anticipo proprio per approfittare delle condizioni climatiche e allenarsi. L'attesa dei tifosi emiratini è tutta per lo sprinter norvegese Alexander Kristoff e per l'italiano Diego Ulissi. La prima tappa parte domani con un circuito cittadino al via tra lo skyline del lungomare di Dubai e che porta i ciclisti anche vicino alla grande area in costruzione che ospiterà l'Expo 2020 di Dubai. Molto attento Vincenzo Nibali, che ha evitato la caduta a circa 10 km dall'arrivo che ha coinvolto parecchi suoi compagni di squadra. Dopo il virus intestinale che gli aveva impedito di partecipare alla Vuelta San Juan appena poche ore prima del via, lo Squalo farà il proprio esordio al Dubai Tour che scatterà martedì 6 febbraio: sono in programma cinque tappe negli Emirati Arabi Uniti, quattro frazioni sostanzialmente destinate ai velocisti a cui si aggiunge la bella tappa che si concluderà a XXXX, una salita che potrebbe decidere la classifica generale e dove il siciliano vorrà essere protagonista. Il Dubai Tour sarà anche l'occasione per sei giornate di festa del ciclismo nel grande villaggio allestito a Dubai per l'occasione in cui migliaia di appassionati di uno sport sempre più in crescita nella penisola arabica potranno assistere a spettacoli e incontrare i campioni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE