Renzi: "Non faremo mai un governo con M5S"

Bruno Cirelli
Febbraio 5, 2018

Il renzismo in salsa siciliana - continua - impersonato da Faraone punta a snaturare le fondamenta sulle quali il PD ha suscitato tante speranze dieci anni fa: democrazia, pluralismo interno, saldo ancoraggio al centrosinistra, giustizia sociale, antimafia.

Passando a parlare del programma, il segretario del Pd ha innanzitutto reso noto il metodo. Quanto alla Flat tax - cavallo di battaglia del centrodestra - Renzi ha detto: "Che senso ha abbassare le tasse ai miliardari? Oggi ci sono tutte le condizioni per essere il primo partito e il primo gruppo parlamentare, penso che potrà essere il primo partito in Parlamento e dovrà essere un Pd di squadra". Dopo i saluti del padrone di casa Fabio Sanfratello, presidente di Ance Palermo, il presidente della Fondazione Curella Pietro Busetta ha posto una serie di domande a Marcello Sorgi, editorialista de La Stampa e opinionista politico della Rai, già direttore del TG1 e de La Stampa. Presente anche il salario minimo e una riduzione strutturale del costo del lavoro. "Nel programma del Pd non troverete promesse irrealizzabili - ha proseguito - non andremo a raccontare a un disoccupato del mezzogiorno che gli daremo il reddito di cittadinanza anche se non va a lavorare". "Per ciascun figlio, non per quello di Marchionne, con 120mila euro di limite, nella nostra proposta c'è una clausola che dice che comunque ciascuna famiglia che ha almeno un figlio ha 80 euro netti mensili di più per ciascun figlio -ha spiegato Renzi -". "Abbiamo restituito 80 euro a chi guadagna meno di 1500 euro, l'obiettivo è estendere questo provvedimento per ogni figlio fino ai 18 anni. Basta con l'assistenzialismo". "Non sono preoccupato di ciò che succede stamani al teatro Puccini - ha rincarato - ma per ciò che succederà stasera, quando ci sarà lo spettacolo dei no vax, pensate in Veneto una candidata dei Cinque Stelle ha paragonato i vaccini ad un genocidio". Le prospettive del Pd sono di una forza che vuole collocare l'Italia con un ruolo di punta nei processi di integrazione europea. Previsti anche il raddoppio delle risorse per il reddito di inclusione e un mese di servizio civile obbligatorio, in sinergia tra scuola e Terzo settore.

Tra le proposte qualificanti lanciate da Nannicini, una "rivoluzione di fisco e welfare per sostenere le famiglie". Siamo la prima forza del Paese e credo che qualsiasi risultato sia alla nostra portata per andare a governare. Inoltre è prevista l'ntroduzione di una pensione contributiva di garanzia per i giovani con carriere discontinue e redditi bassi. Infine, Roberto Formigoni, "condannato per corruzione a sei anni e imputato in altri processi: è candidato al Senato come capolista nella formazione del centrodestra "Noi con l'Italia" in Lombardia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE