De Zerbi, il "predestinato" di Sarri vuol fare lo sgambetto al Napoli

Rufina Vignone
Febbraio 5, 2018

Gli azzurri vorranno spegnere le residue velleità di salvezza del Benevento e lo faranno anche grazie alla spinta dei cinquemila tifosi presenti al Vigorito.

Stasera alle 20.45 si gioca il derby campano tra Benevento e Napoli.

Benevento (4-3-3): Puggioni, Venuti, Costa, Djimsiti, Letizia, Djuricic, Sandro, Cataldi; Guilherme, D'Alessandro, Brignola.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Mario Rui; Allan, Jorginho (33′ st Diawara), Hamsik (25′ st Zielinski); Callejon, Mertens (31′ st Rog), Insigne. Coda è un attaccante molto fisico e sia Baroni che De Zerbi raramente fatto a meno di lui. Ma Sarri continua per la sua strada e quindi niente novità. Da elogiare, comunque, il coraggio dei sanniti che non hanno smesso di tenere il ritmo alto anche rischiando l'imbarcata (Callejon, specie nel finale, ed Allan sono andati vicino al tre a zero). Il Benevento ha 2 vittorie nelle ultime 4 partite (2V, 0N, 2P). Abbiamo trovato gol subito ad inizio ripresa e quello ci ha aiutato. Contro un Napoli che, invece, subisce forse la pressione dell'avversario, forse quella della classifica. Il Napoli, al contrario, è la squadra più in forma del campionato e in 11 gare fuori casa ne ha vinte 10, perdendo unicamente contro il Chievo Verona. I calciatori azzurri dovranno prestare molta attenzione a lui soprattutto sui calci d'angolo: dovranno stare attenti a non farsi sorprendere e lasciarlo libero di staccare nel cuore dell'aerea di rigore; perché in queste situazione di gioco ha segnato molti gol carriera. "Abbiamo fatto 60 punti in 23 partite, è una media punti impressionante per noi, la Juve sta viaggiando alla nostra stessa media, ma loro ci sono abituati".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE