Spari contro vetrata pizzeria nel reggino, due arresti

Bruno Cirelli
Febbraio 4, 2018

Sono tre i colpi arrivati contro una pizzeria. I carabinieri arrestano i due esecutori materiali.

Ieri sera, tutti noi siamo stati colpiti; e tutti insieme, uniti, dobbiamo rialzarci. I carabinieri avviano nell'immediato le indagini e braccano i due sicari in poche ore. Due dei tre colpi hanno colpito, oltrepassandolo, il vetro della finestra della sala principale, allarmando i clienti che hanno cercato riparo sotto i tavoli o si sono precipitati fuori.

La vetrata è andata in frantumi, e con essa si è infranta la linea di confine tra i sogni e la realtà, tra la gioia e le tenebre, tra la vita e la morte. All'interno del locale in quel momento stavano cenando ottanta persone.

Sul posto sono giunti i militari dell'Arma della compagnia di Roccella Ionica e la scientifica che hanno sequestrato le prove trovate sul luogo del crimine. I due, C.D.V., di 25 anni, e A.C., di 18, entrambi di Mammola, sono stati quindi arrestati per danneggiamento aggravato e porto di arma clandestina.

Qualsiasi siano le motivazioni che hanno portato ai fatti di Gioiosa Ionica -senza dimenticare l'intimidazione gravissima contro il vicesindaco di San Gregorio d'Ippona, un paese già sciolto per mafia e oggi con la commissione d'accesso- non possiamo lasciare alla sola Magistratura e alle Forze dell'Ordine il compito esclusivo della salvaguardia del territorio, ma la politica nazionale, regionale e comunale dovrà essere più presente e attiva, con proposte che vadano a segnare in positivo il percorso sociale e culturale delle giovani generazioni; predisponendo percorsi scolastici e associativi che vedano i giovani diretti protagonisti nel territorio della legalità e del bene comune.

Al termine delle formalità di rito i due sono stati associati al carcere di Locri, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Uno di loro aveva addosso una pistola dello stesso calibro priva di matricola ed ancora calda.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE