Mezza tonnellata di lettere mai recapitate nel garage di un postino

Bruno Cirelli
Gennaio 30, 2018

La polizia ha trovato più di 600kg di posta all'interno della sua abitazione e del garage.

Da almeno otto anni, a partire dal2010, ha nascosto parte della corrispondenza che da dipendentedelle Poste Italiane avrebbe dovuto consegnare.

A finire nei guai è stato un dipendente delle Poste Italiane: un 56enne di origini napoletane, residente a Breganze, in provincia di Vicenza, che è stato denunciato dopo che gli investigatori hanno scoperto l'incredibile "collezione" di corrispondenza che, messa tutta insieme, ha raggiunto il peso di 573 chili. Per il compartimento della Polizia Postale e delleTelecomunicazioni di Venezia si tratta del più ingente sequestrodi materiale postale mai effettuato in Italia. Gli inquirenti hanno recuperato lettere di banche, comunicazioni dell'Agenzia delle Entrate, bollette telefoniche e del Servizio elettrico nazionale, contravvenzioni prese dagli automobilisti, buste con l'invito a pagare il vecchio canone della Rai. Tutto è partito dalla scoperta, da parte di volontari dell'Ecocentro di Breganze, di 25 cassette di colore giallo di proprietà di Poste italiane, contenenti invii postali, provenienti dallo sgombero di un garage in quella località, precedentemente in uso all'indagato. Le lettere erano indirizzate sia a privati che ad aziende e privati.

Alla fine, tutto il materiale è stato sequestrato e depositato nei locali di una struttura di Poste Italiane di Vicenza, con la promessa che presto la posta sarà recapitata ai legittimi destinatari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE