È morto il delfino nel canale, ora si teme un'epidemia di morbillo

Paterniano Del Favero
Gennaio 25, 2018

Genova - Non ce l'ha fatta il piccolo delfino che ieri nuotava con difficoltà all'interno del canale di calma di Prà, nel ponente genovese. Sono diverse le segnalazioni arrivate al Secolo XIX da parte di cittadini e canoisti che da questa mattina hanno visto il mammifero nuotare nell'area.

Sono intervenuti anche i sub della Capitaneria che in contatto con i veterinari dell'Acquario hanno adottato tutte le misure necessarie. Sembra che sia lì intenzionalmente a caccia di pesce. Il giorno prima i sommozzatori dei vigili del fuoco e i militari della Guardia Costiera avevano cercato di spingerlo fuori dal canale della fascia di rispetto, ma invano.

Sono stati così dapprima avvisati i pescatori del posto che sono usciti con le loro barche per cercare di far riguadagnare il mare aperto al delfino ma senza successo. Domani mattina si valuterà se ricominciare a scandagliare la zona o meno. Un'ipotesi che potrebbe giustificare la morte di altri 5 delfini tra Genova e Ventimiglia e un certo numero di altri animali sulla costa francese nelle ultime settimane. La carcassa è stata consegnata a Mignone, responsabile del Credima, il centro di referenza per le analisi di laboratorio sui cetacei spiaggiati dell'Istituto zooprofilattico di Imperia. In totale cinque stenelle decedute, quando la media è di 4 all'anno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE