Mail elettorale dall'Ateneo di Catania, condannato ex rettore Antonio Recca

Bruno Cirelli
Gennaio 25, 2018

È stato condannato a un anno di reclusione e a 20 mila euro di risarcimento l'ex rettore di Catania, Antonino Recca, accusato di azioni di propaganda nei confronti di una candidata dell'Udc all'Ars, poi ritiratasi.

Coinvolto nell'episodio è stato anche Nino Di Maria, dipendente dell'ateneo che, al contrario dell'ex rettore, è stato invece condannato a scontare 8 mesi di reclusione.

La decisione è stata presa dalla seconda sezione penale del Tribunale di Catania sulla vicenda dell'invio di una serie di mail elettorali a sostegno di Maria Elena Grassi, candidata Udc per l'Ars nel 2012 e moglie di Nino Di Maria, utilizzando la posta elettronica e il server dell'università. Ricorso sarà presentato anche dall'avvocato Walter Rapisarda per Di Maria, al quale sono state riconosciute le attenuanti generiche.

Già archiviata la posizione della candidata e del figlio Daniele. Soddisfatto per l'assoluzione del suo assistito, Enrico Commis, l'avvocato Goffredo D'Antona.

Le indagini sono state eseguite dalla polizia postale.

Il reato ipotizzato per tutti era di rivelazione di segreto d'ufficio per avere utilizzato gli elenchi di indirizzi email di iscritti all'ateneo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE