Yoox a +25%: il vero obiettivo dell'OPA di Richemont

Paterniano Del Favero
Gennaio 22, 2018

Marchetti, fondatore di Yoox e artefice dell'integrazione con Net-a-Porter, ha sottolineato in un tweet che l'offerta valorizza la società 5,3 miliardi di euro.

Sulla Borsa milanese intanto il titolo Ynap balza ovviamente in avvio di oltre il 25% adeguandosi nal prezzo dell'offerta. Ora questo patrimonio passa alla svizzera Compagnie Financière Richemont, il colosso con sede a Ginevra e quotato a Zurigo. La holding del lusso - già maggiore azionista dell'e-tailer con il 50% del capitale e il 24% dei diritti di voto - offre un prezzo di 38 euro per azione.

YNAP, ha poi aggiunto, continuerà a essere gestita come un business distinto a fianco degli altri business del gruppo Richemont e manterrà la sua sede in Italia.

Richemont ha inoltre dichiarato che "YNAP avrà necessità di continui ulteriori investimenti" e che "avrà a disposizione una rilevante opportunità per rafforzare ulteriormente la propria leadership nell'e-commerce del settore del lusso".

L'esborso massimo per Richemont nel caso di adesione completa all'Opa lanciata su Yoox sara' di 2,76 miliardi di euro. Marchetti ricorda "il duro lavoro e l'emozione per la quotazione di Yoox nel 2009, quando debuttammo in Borsa a poco più di 4 euro per azione e i nostri ricavi erano di circa 150 milioni".

"Compagnie Financiere Richemont - si legge in una nota - ha sostenuto Net-A-Porter sin dalle fasi iniziali del suo sviluppo, diventandone prima investitore di minoranza, e successivamente azionista di controllo nel 2010". A Piazza Affari i riflettori sono puntati su Ynap, dopo che Richemont ha annunciato il lancio di un'opa a 38 euro, per un controvalore complessivo di 2,6 miliardi di euro.

Richemont è stata assistita da BofA Merrill Lynch e da Mediobanca come advisor finanziari, Gatti Pavesi Bianchicome consulente legale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE