M5S, i candidati nel proporzionale

Bruno Cirelli
Gennaio 22, 2018

Il Movimento 5 stelle annuncia i candidati nelle liste dei collegi plurinominali. Le liste così composte rispetterebbero già l'alternanza di genere prevista dalla legge elettorale ("Rosatellum bis"), con un criterio di rappresentanza territoriale di tutti i collegi uninominali.

Poi ci sono quelli a rischio. Seguono il senatore Alberto Airola, Cristina Maria Migliore e il valsusino Marco Scibona. E poi ancora: fuori l'abruzzese Daniele Del Grosso e il pugliese Emanuele Scagliusi, in bilico il lombardo Cosimo Petraroli, il siciliano Francesco D'Uva o il campano Salvatore Micillo.

M5S, i candidati nel proporzionale

Insieme all'esclusione di alcuni parlamentari uscenti i militanti hanno deciso di dare la loro preferenza ai candidati "vip" (Elio Lannutti, Gregorio De Falco e Gianluigi Paragone: tutti capilista). Al Senato, ad esempio Daniela Donno, terza nel collegio Puglia 2, Sara Paglini, terza nel collegio Toscana 3, e Ornella Bertolotta, quarta nel collegio Sicilia 2. L'uscente Giuseppe D'Ambrosio, che molto probabilmente sarà in corsa anche nel collegio uninominale di Barletta, Andria, Trani e Canosa di Puglia, potrà godere del "paracadute" in caso di sconfitta nel confronto diretto con Filippo Caracciolo (candidato del Pd e dei contrassegni collegati) e Nino Marmo (che dovrebbe essere schierato dalla coalizione di centrodestra): il parlamentare andriese sarà capolista nel collegio del proporzionale Puglia 4. In "panchina" come candidati supplenti si accomodano invece Lorenzo Lazzari, Alessandra Romani, Simone Rizzo e Francesca Capuozzo.

Per quanto concerne i prossimi candidati nei collegi uninominali, invece, non si sarebbe passati dal vaglio delle "parlamentarie" online, consentendo l'invio individuale delle autocandidature ad una apposita commissione nazionale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE