Augusta (Siracusa) - Aggredito perché Gay: dopo il pestaggio 20enne perde l'occhio

Bruno Cirelli
Gennaio 22, 2018

Aggressione per strada ad Augusta, in provincia di Siracusa: un 22enne è stato arrestato dai carabinieri, per aver picchiato un coetaneo. E' accaduto ieri notte ad Augusta, ma per fortuna il responsabile del grave episodio di aggressione e lesioni personali, Mirko Miduri, megarese, è stato assicurato alla giustizia dai Carabinieri della locale Compagnia. Miduri era a bordo della sua autovettura in compagnia di un amico, non appena ha notato una comitiva di ragazzi è sceso dal mezzo e ha iniziato a prendere in giro il giovane, apparentemente senza motivo. Al vaglio dei Militari della Compagnia di Augusta anche eventuali episodi o forme bullismo da contestualizzare in gesti di scherno ed atti di prevaricazione commessi dall'arrestato in danno di altre vittime che non hanno mai denunciato.

Il Miduri non soddisfatto, spostava le sua attenzioni anche sul ventenne, che dopo vari e leggeri schiaffetti al volto seguiti da frasi di scherno, tutti sopportati senza alcun cenno di replica, manifestava platealmente i suoi istinti aggressivi colpendo lo studente con violentissimi pugni al volto, allorquando questi, ormai stanco delle persistenti sopraffazioni, tentava una reazione. Pesante, purtroppo, il bilancio, perché la giovane vittima, operata d'urgenza all'Umberto I di Siracusa, ci ha rimesso un occhio, colpevole soltanto di essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. L'aggressore poi ha cercato di dileguarsi, ma è stato rintracciato dai Carabinieri nella stessa piazza a qualche centinaio di metri. Ringraziamo le forze dell'ordine per il pronto intervento ad Augusta.

"Facciamo appello al Governo, perche' servono subito azioni concrete contro l'omofobia che purtroppo dopo la campagna dell'ex ministra Carfagna, sul fronte dell'omofobia non si e' fatto molto". I Carabinieri, intervenuti sul luogo, hanno raccolto le testimonianze dei presenti per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE