Ovada, evento speciale al cinema Splendor: "Fabrizio De Andre'. Principe libero"

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 21, 2018

Principe libero, in uscita al cinema come evento speciale il 23 e 24 gennaio in 300 sale italiane, distribuito da Nexo Digital, e in onda su Rai 1 il 13 e 14 febbraio. Un lavoro totalmente agiografico. Sicuramente la presenza di Dori Ghezzi, durante la lavorazione, e del supporto di molte persone che hanno conosciuto Fabrizio in vita ha giovato nel restituire tutta l'umanità insieme profonda e leggera di Faber e della sua Genova. E così grande spazio trovano tra i frame Paolo Villaggio (interpretato da un incredibile Gianluca Gobbi, una delle interpretazioni migliori del film), Luigi Tenco (Matteo Martari), Fernanda Pivano (Orietta Notari), e le puttane dei caruggi, vere compagne e amiche di Fabrizio, più a suo agio in quei letti condivisi che nei salotti borghesi dove di tanto in tanto gli amici lo invitano ("a parlare di niente") e dove incontrerà anche Puny (Elena Radoninich), la sua prima moglie, madre di Cristiano.

Il racconto inizia proprio lì, quando già nei primi anni della scuola gestita dai gesuiti De Andrè ha la possibilità di confrontarsi sulle vite dei poveri, dei reietti, degli ultimi e dell'ultimo tra gli ultimi ("un anarchico"), Gesù. Il centro del racconto doveva essere Fabrizio e la ricerca della propria libertà, personale e professionale. Per quanto riguarda le attrici Valentina Bellè, nel ruolo di Dori Ghezzi, colpisce per naturalezza e ritmo riuscendo nel difficile compito, come afferma lei stessa, "di veder seduto il mio personaggio dietro ai monitor".

Il film si concentra sul rapporto di De André con la musica, con la sua arte e con la sua famiglia. "Abbiamo cercato, così, un Fabrizio tutto nostro, vicino a quello realmente esistito".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE