Ronaldinho dice addio al calcio, ritiro ufficiale a 37 anni

Rufina Vignone
Gennaio 19, 2018

In un tweet sul profilo ufficiale blaugrana si vede una foto di Ronaldinho mentre, mano sul cuore, stringe il simbolo del Barça: in didascalia la frase "Ronaldinho, il sorriso del calcio". Il brasiliano non giocherà più come professionista.

Un'altra leggenda del calcio internazionale ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo. "Si è fermato. È finita". Finisce la lunga e vittoriosa carriera di un giocatore che ha deliziato tutti gli appassionati di calcio. Grazie a tutti per i messaggi e per l'affetto! Dotato di un tocco magico, re delle giocate da prestigiatore del pallone, Ronaldinho è stato campione del mondo nel 2002 con il Brasile. Nel 2005 ha vinto il Pallone d'oro assegnato dalla rivista "France Football". Il 2005 è anche l'anno del pallone d'oro, ma anche quello in cui Silvio Berlusconi si innamora di lui. Ronaldinho ci ha fatto divertire. Nello spogliatoio del Barça è stato anche mentore di Lionel Messi. Attraverso un post su Instagram, Samuel Eto'o, che ha condiviso l'esperienza al Barcellona con Dinho, ha voluto ringraziarlo pubblicamente: "Mio fratello e amico, grazie di tutto". Josep Guardiola alla fine ha chiesto la sua cessione dopo il suo arrivo sulla panchina del Barça a metà del 2008. Nella sua carriera, iniziata nel Grêmio e proseguita nel Paris Saint-Germain prima della consacrazione nel Barcellona, ha conquistato numerosi titoli nazionali e internazionali tra Europa e America. Dopo aver giocato con la Fluminense nel 2015, Dinho non ha più giocato ad alti livelli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE