Potere al Popolo candida il Prof. Unimore Elio Tavilla

Barsaba Taglieri
Gennaio 19, 2018

"Siamo sicuri - conclude la nota - che, nonostante Potere al Popolo, i suoi appelli e i suoi tentativi di toglierci spazio, riusciremo a raggiungere il numero di firme necessarie per presentarci anche nel nostro collegio e, cosa ancora più importante, riusciremo a ottenere un risultato importante, magari anche oltre quel 3% che ci consentirebbe di mandare in Parlamento dei veri combattenti a fare l'interesse dell'Italia e degli italiani".

Potere al popolo e Sinistra per la Lombardia raccolgono le firme in piazza per potersi presentare alle elezioni nazionali e regionali. Anche in provincia di Cuneo ci sono state assemblee partecipate e animate, a seguito delle quali sono stati scelti i candidati cuneesi per la Camera e il Senato, cittadini con un legame forte e reale con il territorio, che da anni si impegnano per migliorare la società in cui vivono. "Dal Comune fanno infatti sapere che i tempi di attesa per l'autorizzazione sono dilatati in quanto la questura vuole evitare l'eventuale "prossimità" fra la nostra organizzazione e quelle dell'estrema destra".

"Raccoglieremo comunque le firme, nelle piazze, nelle periferie, sui luoghi di lavoro e nelle università, e non si illudano i fascisti che nella serata di venerdì 12 gennaio hanno aggredito un gruppo di antifascisti ferendo un compagno con un coltello, non basterà l'appoggio silente delle istituzioni". Lo ha deciso l'assemblea interprovinciale che ha definito tutte le candidature della lista di sinistra, che si pone come alternativa sia al Pd che a Liberi e Uguali.

Nato dall'ispirazione dei ragazzi del centro sociale di Napoli "Je so pazzo", Potere al Popolo raccoglie anche gli ex di Rifondazione comunista e si ispira al Partito laburista di Jeremy Corbyn, alla Francia di Jean-Luc Mélenchon e agli spagnoli di Podemos. "Le nostre liste saranno presentate dal popolo e non da altri".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE