Bitonto, controlli a tappeto di Polizia e Carabinieri: centro storico al setaccio

Bruno Cirelli
Gennaio 19, 2018

Per consentire le perquisizioni sono stati impegnati anche i vigili del fuoco (che hanno permesso agli investigatori di entrare in abitazioni chiuse o abbandonate), squadre dell'Enel e di manutentori di ascensori di alcune palazzine della zona ex 167 per escludere che i vani degli ascensori fossero diventati nascondiglio di armi o droga.

Un'operazione congiunta di Polizia di Stato e Carabinieri è in atto in questi minuti a Bitonto.

Un gesto che dimostra come la popolazione bitontina apprezzi lo sforzo degli agenti che da due settimane stanno cercando di rintracciare gli autori dell'omicidio del 30 dicembre scorso.

Rinvenute e sequestrate, inoltre, alcune dosi di marijuana nonché cellulari ed apparati di trasmissione wireless in quanto ritenuti utilizzati per lo spaccio di stupefacenti. Dietro ad un muro di cartongesso posto nel salone della propria abitazione, l'uomo aveva collegato ad uno schermo al plasma da 55 pollici, un DVR in grado di controllare ben 4 telecamere (due orientate su via Pertini e le altre due su via Spadolini), abusivamente murate su quattro distinti spigoli del terrazzo dell'edificio.

In una delle prime perquisizioni, nei pressi dei citofoni dell'ingresso di uno degli stabili e nelle parti comuni dello stesso, sono state rinvenute e sequestrate alcune microtelecamere nascoste, collegate attraverso un sofisticato sistema ad un televisore che si trova all'interno del salotto di uno degli appartamenti.

Durante l'attività, ancora in corso, sono state identificate numerose persone con precedenti penali e di polizia per vari reati, anche di tipo associativo.L'operazione rientra nel piano di contrasto alla criminalità avviato dopo la sparatoria dello scorso 30 dicembre in cui fu uccisa per errore l'84enne Rosa Anna Tarantino mentre il presunto vero obiettivo dell'agguato, il pregiudicato ventenne, Giuseppe Casadibari, adesso è divenuto collaboratore di giustizia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE