A Roma arrestato funzionario della Protezione Civile per usura

Bruno Cirelli
Gennaio 19, 2018

Arrestato dai carabinieri a Roma unfunzionario del Dipartimento della Protezione Civile, ritenutoresponsabile di usura continuata, tentata estorsione edesercizio abusivo di attività finanziaria.

Sfruttava il suo ufficio nella sede del dipartimento della Protezione civile nazionale in via Ulpiano, accanto al Palazzaccio, per incontrare le sue vittime di usura e farsi consegnare i soldi.

Nel corso dell'attivita' di indagine sono state identificate compiutamente 10 vittime, tra cui compaiono anche proprietari di attivita' commerciali del quartiere romano di Prati, alcune ad oggi cessate, alle quali lo stesso ha concesso in piu' tempi somme di denaro con tassi usurai anche del 40%. Il 59enne è stato condotto presso il carcere di Roma e risulta essere a disposizione dell'Autorità Giudiziaria, mentre anche il Dipartimento della Protezione Civile ha dichiarato di essersi "messo a disposizione per fugare ogni dubbio sulla Protezione Civile e sul suo operato", come riferisce Il Fatto Quotidiano.

Dalle indagini dei carabinieri è emerso lo schema usurario utilizzato dal funzionario della Protezione Civile, definito "prestito societario", con suddivisione dei debiti su rate costanti a 20 settimane e il pagamento tramite il metodo del cosiddetto "prestito a fermo", con "multe" pari al 10% della rata in caso di mancato pagamento da parte della vittima, al solo fine di poterla far slittare allungando così il periodo per l'estinzione del debito (c.d. rendita perpetua), e che si rivolgeva a un vasto pubblico, tanto da portarlo a parlare di una "squadra" e "lista d'attesa" di oltre 50 persone.

"Importante ai fini dell'indagine, per consentire ai carabinieri di meglio delineare il giro d'affari dell'usuraio e identificare le restanti vittime - spiegano gli investigatori - sarà analizzare la documentazione, i dispositivi mobili e il materiale informatico contenenti la contabilità dell'illecita attività". Il funzionario, affermanoancora in via Ulpiano, lavorava all'ufficio del consegnatario enon ricopriva ruoli di rilievo all'interno del Dipartimento.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE