Tim: Sindacati, piano prevede 4.000 uscite in 2018, 2.500 esodi in 18-20

Paterniano Del Favero
Gennaio 18, 2018

Roma, 18 gen 16:45 - (Agenzia Nova/Key4biz) - Tim propone ai sindacati un piano di esuberi, con un massimo di 7.500 uscite volontarie e duemila assunzioni a fronte di solidarietà espansiva nel periodo 2018-2020. Sono queste le cifre, secondo fonti sindacali riferite da Radiocor, che l'azienda sta presentando ai rappresentanti dei lavoratori nell'incontro in corso da questa mattina. Quel che è certo è che Tim ha ribadito ieri che intende procedere con le trattative per la costituzione della joint venture con Canal+ sui contenuti. Così annuncia una nota congiunta delle segreterie nazionali Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil.

Sempre nell'ottica di accompagnamento al piano di trasformazione digitale dei processi, l'azienda "individua un corposo piano di formazione/riqualificazione professionale anche in relazione a processi di reinternalizzazione di attività che interesseranno tutti i dipendenti", proseguono i sindacati. Inoltre, con l'obiettivo di finanziare 2mila assunzioni l'azienda indica per tutto il personale venti minuti al giorno di solidarieta' espansiva.

"Nell'evidenziare che molto dipenderà dalla qualità delle effettive disponibilità che il gruppo manifesterà al tavolo, pur confermando il nostro impegno ad un confronto serrato, abbiamo altresì precisato che la grande complessità delle tematiche esposte e i passaggi democratici necessari non possono essere bypassati da una scadenza imposta unilateralmente dall'azienda, pena il rischio d'insuccesso del negoziato con le relative conseguenze", concludono i confederali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE