Fs-Anas, oggi la firma al Mef: nasce gruppo integrato da 11 miliardi

Paterniano Del Favero
Gennaio 18, 2018

"Nessun effetto per la finanza pubblica" (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 18 gen - Dopo l'ok dell'Antitrust all'incorporazione, arrivato ieri, oggi e' stato firmato presso il Ministero dell'Economia l'atto notarile di conferimento delle azioni Anas, detenute dallo stesso Mef, nel capitale sociale di Fs spa, detenute anch'esso al 100% dallo Stato. L'atto, firmato dall'Ad di Fs Renato Mazzoncini su delega dell'assemblea di Fs che il 29 dicembre scorso ha deliberato l'aumento di capitale, perfeziona l'operazione di assorbimento di Anas spa all'interno del Gruppo Fs.

L'ingresso di ANAS nel gruppo FS permette di realizzare l'integrazione infrastrutturale prevista dal Piano Industriale 2017-2026.

Anas va così ad affiancarsi a Rete Ferroviaria Italiana e Italferr, la controllata operativa in ambito nazionale e internazionale nella progettazione e ingegneria, e alle altre società del gruppo tra cui Trenitalia, Mercitalia e Busitalia, imprese di trasporto passeggeri e trasporto merci su ferro e gomma. Sarà possibile, infatti, ottimizzare i costi operativi e manutentivi delle reti, generando risparmi per almeno 400 milioni di euro nei prossimi dieci anni.

Nella nuova configurazione, Ferrovie dello Stato Italiane conta 81mila dipendenti e una rete infrastrutturale, ferroviaria e stradale, di circa 44mila chilometri.

L'obiettivo e' potenziare gli standard di qualita' e sicurezza della rete viaria e la manutenzione, a partire dalla vigilanza della sede stradale, dei viadotti e delle gallerie che su oltre 10mila km, dove le infrastrutture stradali e ferroviarie corrono in affiancamento, potra' essere effettuata in modo integrato dagli operatori di Rete Ferroviaria Italiana e ANAS. ANAS, analogamente, nel 2018 passera' a 3 miliardi dai 2 miliardi del 2017.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE