Tessera del Pd bruciata, Ferrara si scusa: "Questa volta ho esagerato"

Paterniano Del Favero
Gennaio 16, 2018

Ma ha espresso commenti anche positivi su Renzi, definendolo "il nostro premier e centravanti di sfondamento". Ieri sera al circolo Dem "Le vie nuove" a Gavinana, quello che custodisce la sua iscrizione al partito, ha convocato i segretari di circolo, i volontari e gli amministratori che lavoreranno nella macchina elettorale per conquistare un seggio in Senato nel collegio Firenze 1, che comprende la città, ma anche Signa, Lastra a Signa, Scandicci e Impruneta. Ascoltare Renzi e Di Maio che si rinfacciano i rispettivi fallimenti è uno spettacolo desolante. L'avversario da battere è il M5s: è questo il messaggio che lancia a elettori moderati e di sinistra. "Il fatto che sia sia profittato della vendita del Milan per portare in Italia" capitali che erano fuori dal paese" non solo "non è corrispondente al vero, ma farlo sarebbe da persone senza intelligenza", visto il clamore mediatico e la difficioltà dell'operazione. "Io mi spenderò per Giorgio Gori e lo farò anche contro un'idea identitaria e antropologica di sinistra per cui se uno ha fatto il manager non può essere di centrosinistra".

Chi appartiene come me a generazioni ben lontane dai cosiddetti millenials, ricorda perfettamente che in passato il futuro del Paese era più o meno delineato già in fase di pre-elezioni o, quantomeno, in quei momenti era possibile fare già qualche ipotesi concreta. Hanno letto i sondaggi e detto che ha vinto il Centrodestra: si sono dimenticati di leggere la legge elettorale che per due terzi premia non le coalizioni ma il primo partito. Più di vent'anni fa mi opposi alla vittoria del partito comunista. Per quanto possa apparire indigesto, per quanto Berlusconi e Renzi si sgolino ad assicurare che non sono disponibili a simili scenari, questo è, nell'essenza e nella sostanza. La Flat tax è una tassa uguale per tutti, per famiglie e imprese, dovunque è stata applicata ha dato risultati straordinari. Roberto Vecchioni, dunque, chiede scusa (chissà perché si sente in dovere di farlo) a Orietta Berti per il comportamento di alcuni parlamentari del PD. "Non è che fra di noi siamo sempre andati d'accordo su tutto, ma questo è il momento - ribadisce - di sentire è ascoltare il proprio cuore".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE