Ha stuprato una 13enne, 10 anni al "maniaco dell'ascensore"

Bruno Cirelli
Gennaio 16, 2018

Edgar Bianchi, il maniaco dell'ascensore condannato a 10 anni: molestava ragazzine, recidivo a Milano dopo le condanne già passate a Genova. "Curatemi, da solo non ce la faccio" ha detto questa mattina al gup Laura Marchiondelli prima del verdetto.

Una volta scarcerato, è tornato a colpire.

La storia giudiziaria di Bianchi inizia una decina di anni fa. Tra il 2005 e il 2006 gli erano stati attribuiti una ventina di episodi, quasi tutti compiuti con la medesima modalità nel capoluogo ligure. In carcere aveva seguito un percorso di psicoterapeutico con risultati positivi. Ha descritto la sua come una "vita normale con una fidanzata" dopo la scarcerazione da Genova, ma ha ammesso di essere poi "ripiombato nell'incubo". Ha scelto una ragazzina all'uscita da scuola, l'ha seguita e ha abusato di lei prima che potesse entrare in casa e chiedere aiuto. Questa volta però in poche ore il caso è stato risolto e Edgar Bianchi è stato arrestato e portato subito per "direttissima" al processo conclusosi oggi in Tribunale. Il pubblico ministero ha chiesto per lui nove anni e quattro mesi per violenza sessuale aggravata dall'età sotto i 14 anni della vittima e dalla recidiva reiterata. Dopo la condanna, il suo difensore, l'avvocato Tosoni, ha chiarito che il primo obiettivo ora è quello di fare in modo che Bianchi possa seguire un percorso terapeutico.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE