Giovinazzi dopo il test "Divertente, ma priorità alla F1"

Rufina Vignone
Gennaio 16, 2018

Nella sessione di prove, organizzata sul Circuit International Automobile Moulay El Hassan, #antoniogiovinazzi, 24 anni, e #joeleriksson, 19 anni, hanno scoperto la DSV-03 compiendo 103 giri del tracciato di 2,97 chilometri. Nel pomeriggio, in condizioni più favorevoli, Giovinazzi (1:20.876) si è posizionato al settimo posto ed Eriksson (1:20.971) al nono, a pochi decimi dalla pole position dell'ePrix di Marrakech disputato il giorno prima.

Sfumata (almeno per adesso) l'opportunità di essere titolare in F1 con la Sauber marchiata Alfa Romeo, che al fianco dell'altro baby ferrarista Charles Leclerc ha preferito confermare Marcus Ericsson, per Giovinazzi la Formula E può rappresentare un'alternativa di carriera?

Nella giornata di ieri, il pugliese ha ottenuto il 7° crono a 1 " 225 da Nico Muller, sull'Audi: "Mi sono divertito, ma è tutto così diverso da quello a cui sono abituato", sottolinea il nostro Antonio.

Nel programma 2018 di sicuro ci saranno sei FP1 con la Sauber, ma resta da decidere in quali appuntamenti.

Al termine della sessione, ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Giovinazzi ha raccontato le sue prime impressioni: "La macchina è molto diversa da tutte le altre che ho guidato".

Nella sessione del mattino, il leader è stato Paul di Resta (team Jaguar), seguito da James Rossiter (team Techeetah) e Joel Eriksson (team DS Virgin). "La #formulae dà davvero tanto".

"Hanno fatto la loro scelta e devo accettarla".

Xavier Mestelan Pinon, Direttore di #DS Performance: "È stato interessante vedere all'opera una nuova generazione di piloti".

Il Campionato di #formulae FIA dà appuntamento il 3 febbraio per il primo ePrix di Santiago, in Cile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE