Migranti, nel 2017 in Italia 15mila minori non accompagnati Video

Bruno Cirelli
Gennaio 14, 2018

Nella Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, Save the Children invita all'accoglienza dei minori proponendo una riflessione a partire dai dati diffusi dal ministero dell'Interno, riguardanti il 2017: più di 15.730 minori sono arrivati in Italia, da soli, via mare.

Quasi quattro mesi fa il programma di relocation è stato interrotto. La relocation, una procedura stabilita dalla comunità europea, provvedeva a ricollocare da Italia e Grecia i migranti in altri Stati membri della Ue. In particolare, 79 di questi hanno già visto approvare la propria richiesta, 151 sono in attesa di approvazione della domanda da parte degli Stati membri individuati e 154 attendono che venga individuato lo stato membro di destinazione.

Nel 2015 l'Unione europea si era impegnata affinché, entro settembre 2017, circa 160mila #migranti giunti in Italia e Grecia venissero ricollocati in altri Stati europei. Nell'anno da poco concluso, oltre 15.730 minori sono giunti via mare in Italia soli, senza alcun familiare o adulto di riferimento al proprio fianco, dopo aver affrontato viaggi spesso drammatici, il 39% in meno rispetto al 2016, quando gli arrivi avevano riguardato oltre 25.840 minori non accompagnati. In occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, Save the Children, l'organizzazione internazionale indipendente impegnata nella salvaguardia dei diritti dei bambini, denuncia le condizioni che in Italia spingono numerosi minori stranieri non accompagnati ad affidarsi ai trafficanti o a lasciare il Paese da soli, rischiando la vita nel tentativo di varcare i confini. Il sistema di accoglienza del nostro Paese registra invece attualmente la presenza di oltre 18.500 minori non accompagnati, di almeno 40 nazionalità diverse.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE