Capello: "Var? Affiancherei un allenatore all'arbitro che decide"

Rufina Vignone
Gennaio 14, 2018

Inoltre i bianconeri hanno Allegri: è abile a cambiare in base alla partita e pure all'interno dei novanta minuti. Sul primo ha dichiarato: "Sicuramente siamo entrambi pragmatici". Io invece credo sia molto più semplice essere belli! "Scudetto? Il Napoli non avendo più la Champions è pericoloso, però la Juve ha abitudine a vincere, mentalità e rosa eccellente". Varia l'assetto della sua Juve a seconda dei giocatori che ha a disposizione e che intende schierare. Modificare il sistema di gioco non è facile né per l'allenatore né per i giocatori e questo significa che è molto bravo anche a far capire ai suoi ragazzi quello che vuole - le parole di Capello a 'Tuttosport' - Allegri spesso viene imputato un gioco meno brillante rispetto a quello del Napoli di Sarri.

Ibrahimovic con me alla Juventus? Era giovane, Zlatan, ma voleva sempre migliorarsi. Noi siamo bravi e buoni, ma così il campionato è falsato almeno in coda, già a Roma avevamo subito un gol di mano di Fazio all'ultimo minuto. Più sono forti e più sono dei lavoratori. Per migliorare l'utilizzo della tecnologia, accanto all'addetto al Var metterei un allenatore - chiarisce Capello -, in modo tale da avere una visione più completa. "I campioni, per esperienza personale, sono quelli che sfruttano ogni momento per progredire". Tra i tanti temi trattati dall'attuale allenatore del Jiangsu Suning non poteva mancare il tanto discusso VAR. E' una questione tra dirigenti... Un rimpianto nella mia carriera? " inLa sconfitta Coppa Intercontinentale del 1994 a Tokyo, contro gli argentini del Velez".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE