Sequestrati noti localida oltre 4 milioni di euro

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 13, 2018

Grazie all'aiuto di alcuni prestanome, l'imprenditore avrebbe effettuato nel tempo importanti investimenti in alcuni noti locali di Firenze e in alcuni immobili di pregio a Prato, pur in mancanza di una lecita capacità reddituale.

Gli investigatori hanno appurato l'esistenza di flussi di denaro verso la Calabria, in favore di membri appartenenti alla 'ndrina Giglio. Tra i beni per cui sono scattati i sigilli vi sono i bar "Caldana" e "Il Barco" ed il ristorante "Pizza Man", tutti nel capoluogo toscano, oltre al complesso edilizio "Il Teatro" di Prato, nel quartiere del Pino.

I beni sono tutti riconducibili a persone indagate in concorso per il reato di evasione fiscale e per quello di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE