Omicidio Raciti, semilibertà per Micale

Bruno Cirelli
Gennaio 13, 2018

Una misura adottata dai giudici da poco prima di Natale. Micale è stato condannato insieme ad Antonino Speziale lo scorso novembre 2012, ad undici anni di reclusione per omicidio preterintenzionale, ed ha già scontato più di metà della sua condanna.

Il 30enne esce di carcere al mattino per andare a lavorare e rientra la sera, trascorrendo la notte in prigione.

Il tribunale, accogliendo la richiesta dei suoi legali Eugenio De Luca e Matteo Bonaccorsi, con questa decisione mira a favorire il graduale reinserimento sociale di Micale, consentendogli soprattutto di svolgere la propria attività lavorativa come dipendente.

Resta ancora in carcere, invece Antonino Speziale, condannato a 8 anni per lo stesso reato. In seguito alla scomparsa del povero poliziotto, il calcio si fermò per una settimana, e venne anche annullata l'amichevole in programma in quei giorni della nazionale italiana.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE