Mestre. Tre nigeriani rapinano una sordomuta di 43 anni

Bruno Cirelli
Gennaio 13, 2018

Tre nigeriani rapinano una sordomuta di 43 anni Mestre. Sembra che negli attimi in cui la 43enne sordomuta veniva derubata, all'interno del sottopassaggio c'erano anche diversi passanti che, però, non sono intervenuti, né hanno lanciato l'allarme.

Gli altri due sono stati individuati intorno poco dopo da un agente di polizia in servizio di pattugliamento con le forze armate tra viale Stazione e via Dante, il quale ha immediatamente avvisato i colleghi della Ferroviaria che hanno raggiunto uno dei due rapinatori all'altezza di via Cappuccina angolo via Rampa Cavalcavia e l'altro malvivente che tentava la fuga, tra via Piave e via Felisati. Si tratta di tre richiedenti asilo senza fissa dimora.

Impossibilitata a chiedere aiuto la vittima è andata a casa e aiutata dai familiari ha sporto denuncia. Gli inquirenti tuttavia non escludono che non si siano accorti di quanto stava accadendo a pochi metri di distanza.

I tre sono stati identificati e sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per rapina aggravata in concorso e tradotti presso la locale casa circondariale di Santa Maria Maggiore, a disposizione dell'autorità giudiziaria. La donna è stata medicata al pronto soccorso e dimessa con una prognosi di otto giorni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE