In Repubblica Ceca si andrà al ballottaggio

Paterniano Del Favero
Gennaio 13, 2018

Dopo lo scrutinio del 95% dei voti, il presidente uscente della Repubblica Ceca Miloš Zeman ottiene il 39,1% delle preferenze, vincendo così di fatto il primo turno delle elezioni presidenziali, segnala la tv locale.

Praga, 13 gen. (askanews) - Urne di nuove aperte oggi nella Repubblica Ceca per la seconda giornata delle elezioni presidenziali in cui il Capo di Stato uscente, Milos Zeman, 73 anni, filo-russo e filo-cinese, punta a conquistare un nuovo mandato di cinque anni contro otto candidati liberali.

Zeman - che al suo seggio di Praga è stato contestato da un'attivista del gruppo femminista FEMEN - era dato come favorito dai sondaggi, che però hanno anche previsto correttamente che al primo turno non sarebbe riuscito a ricevere più del 50 per cento dei voti. Il principale sfidante è lo scienziato Jiri Drahos. Il distacco tra i due, a spoglio quasi completato, è di circa 600 mila voti. Dietro ai primi due candidati c'è l'indipendente Pavel Fischer, ex ambasciatore ceco in Francia, che ha ottenuto fin qui il dieci per cento, seguito a sua volta dagli altri due candidati indipendenti Michal Horáček e Marek Hilšer, entrambi fermi al nove per cento.

Zeman ha ricevuto il 41%, mentre Drahos il 25,5, secondo quanto risulta dal sito dell'Ufficio statistico (Csu).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE