"Guarire dall'omosessualità si può": medico espone manifesto choc

Barsaba Taglieri
Gennaio 13, 2018

"Su segnalazione di una cittadina che si riteneva offesa dal manifesto mi sono recato nello studio medico per fare una verifica e ho trovato affisso alla parete il testo abominevole che promuove la guarigione tramite terapie che avvengono nel bresciano".

Un grande manifesto con su scritto: "Luca era gay, ma un giorno accade qualcosa, rientra in se stesso e decide di intraprendere un percorso di conversione, su base psicologica e religiosa, che lo porta a riappropriarsi della sua mascolinità ed eterosessualità".

L'Arcigay di Savona ha immediatamente denunciato il fatto all'ordine dei medici, affinché possa essere preso un provvedimento contro il medico.

Il consiglio dell'Ordine, che presto si riunirà per valutare il caso, potrebbe decidere di aprire una sorta di processo che, dopo avere audito il collega, potrebbe optare per l'applicazione di provvedimenti disciplinari, sino alla radiazione.

"Non capisco come mai Arcigay si senta offeso" ha dichiarato il medico. È quanto si legge su un manifesto, affisso nello studio di un medico di famiglia di Savona, che pubblicizza un libro per "guarire" dall'omosessualità, con tanto di contatti di una comunità terapeutica della regione. "Come affiggo depliant per la cura dell'Alzheimer e del diabete, lo faccio anche per le terapie dedicate a chi soffre di disagio legato all'identità sessuale". "La crisi della famiglia - ha spiegato ancora Vaccaro al quotidiano ligure - è il trampolino di lancio per l'omosessualità".

"L'omosessualità era inserita tra le patologie dall'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità; poi, anche a fronte dell'attività delle lobby gay, rappresentate da personaggi dello spettacolo e del mondo della moda di potere, è stata depennata".
"Chiediamo all'Ordine di esprimersi e agire nel più breve tempo possibile".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE