Elena Fanchini e la sfida più dura

Rufina Vignone
Gennaio 13, 2018

Sfuma così la possibilità di partecipare ai Giochi Olimpici in Corea del Sud e le speranze di una medaglia. Un brusco stop ai sogni olimpionici della discesista, che ha comunicato la sua decisione questo pomeriggio ai microfoni di Tele Boario. Poi l'annuncio sconvolgente su social network, con i tempestivi messaggi di vicinanza da parte della Fisi, la Federazione degli sport invernali italiani: "Che Elena sappia che siamo tutti con lei e con la sua famiglia".

La vita a volte ti mette di fronte ostacoli che sembrano insormontabili, muri che in un primo momento paiono invalicabili, barriere che sembrano fermare i nostri sogni, le nostre speranze, frenando le ambizioni più belle e che mettono in bilico la nostra vita, la nostra esistenza. Il momento in cui si riceve la notizia di un tumore è tra i peggiori per una persona, un istante in cui ti sembra tutto nero, ti vedi passare i frangenti più belli del tuo passato e in cui vedi il tuo futuro spezzarsi, da un istante all'altro. La sciatrice bresciana ha dovuto interrompere la stagione per iniziare una sfida, la più importante della sua vita. Dovrà correre anche per lei la sorella Nadia, rientrata in pista lo scorso dicembre dopo l'ennesimo infortunio (doppio intervento all'omero) di una carriera travagliata. Accertamenti clinici effettuati dalla Commissione Medica della Federsci sull'atleta azzurra hanno infatti "evidenziato una neoplasia di basso grado che potrà essere curata".

Un'altra battaglia, molto più difficile di quelle sportive a cui ha dedicato la vita, ora la aspetta.

"La vita mi ha messo davanti ad una nuova sfida, una cosa seria per cui sono costretta a fermarmi per curarmi", ha scritto. Non è facile perchè penso a tutti i sacrifici, alla fatica, agli obiettivi della stagione, alle Olimpiadi e ai miei sogni. Tutto scivola via come pioggia. Tutti noi le siamo vicino con la convinzione di rivederla l'anno prossimo sulle piste da sci e combattere per la vittoria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE