Calenda: "Su Alitalia accordo a breve ma ci saranno esuberi"

Paterniano Del Favero
Gennaio 13, 2018

Di sicuro comunque la trattativa non sarà indolore, visto che "ci saranno degli esuberi, che cercheremo di rendere il minimo possibile".

"L'obiettivo è chiudere bene ma presto per non sprecare i soldi degli italiani". "Lunedì incontro i commissari -ha ribadito- e la valuterò dopo". L'obiettivo, ha sottolineato il ministro, "e' di raggiungere un accordo prima delle elezioni". Calenda ha auspicato che si possa chiudere prima delle elezioni del 4 marzo. Un nuovo scenario che potrebbe ora influire anche sull'offerta di Lufthansa, che finora ha giocato in attacco mettendo sul piatto 300 milioni ma a condizione di una serie di paletti, dai "significativi" tagli a personale e flotta all'eliminazione di alcuni diritti del personale di volo.

A New York, l'agenda prevedeva l'incontro con i rappresentanti del fondo di private equity Cerberus, che, pur non avendo presentato entro i termini previsti l'offerta vincolante, nell'ottobre scorso si era detto interessato all'acquisizione dell'intera compagnia. "Dopo tre fallimenti dovuti a politiche commerciali sbagliate e a gestioni manageriali inadeguate, è giusto che la ricerca del partner/azionista della compagnia Alitalia abbia tempi adeguati, per assicurare la migliore soluzione industriale e finanziaria", affermarlo il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE