C'è stato un falso allarme missilistico alle Hawaii

Bruno Cirelli
Gennaio 13, 2018

"Il sistema di allerta dello stato ha diffuso per errore un allarme missilistico". Il governatore Davide Ige e l'agenzia delle emergenze hanno rassicurato: lo Stato non è minacciato da alcun razzo balistico. In realtà messaggio sarebbe stato fatto passare anche su alcune tv locali, con un titolo che scorreva su fondo rosso ed il suono in sottofondo di una sorta di allarme. "Cercare rifugio immediato. Questa non è un'esercitazione", si leggeva nel messaggio, tutto in lettere maiuscole. "Nessuno sta bombardando le Hawaii": così le autorità hanno tranquillizzato la gente in preda al panico. Restate lontano dalle finestre. Ma nel frattempo erano trascorsi 38 minuti.

Attimi di terrore negli Stati Uniti (e non solo): sui social network sono circolati degli screenshots di telefoni cellulari i quali avrebbero ricevuto un messaggio di emergenza che avvertiva del lancio di un missile balistico contro le Hawaii, l'isola facente parte del territorio americano.

Peraltro le Hawaii sono pienamente nel raggio d'azione dei missili balistici intercontinentali (Icbm) di Pyongyang. L'ultimo l'Hwasong-15 può addiritura colpire tutti gli Usa, inclusa la costa occidentale, inclusa Washington, e le Hawaii si trovano quasi a metà strada.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE