Presepe vivente in Val Graveglia

Bruno Cirelli
Gennaio 12, 2018

Si ripeterà quindi, la rappresentazione della Natività più antica e più importante d'Italia, seconda solo a quella iniziata da San Francesco d'Assisi. C'era una volta Nicodemo: questo, pertanto, il titolo dato alla suggestiva rappresentazione che, riprendendo le parole di Don Vito Cecere, storico punto di riferimento della comunità, "è vivente proprio perché i figuranti sono uomini e donne, giovani e ragazzi, con la loro vita, i loro sentimenti, le loro emozioni, storie uniche ma spesso anche storie ferite". Paolino Scibetta, il Presepe Vivente di Sutera.

Infatti quest'ultimo ha partecipato alla presentazione ufficiale dei personaggi della Natività che si è tenuta nella chiesa di S.Nicola di Bari, nel giorno della Festa dell'Immacolata.

"Come amministrazione comunale - commenta il sindaco Umberto Di Primio - siamo lieti di aver sostenuto lo sforzo dell'associazione Teate Nostra che sin dalla prima edizione cura con passione l'allestimento di un evento che conclude la stagione delle manifestazioni natalizie portando, anno dopo anno, a Chieti tantissimi visitatori". Ruolo del "Bambin Gesù" in rosa quest'anno.

Domani (sabato 6) e domenica (7 gennaio), dalle ore 17 in poi, con ingresso ad offerta libera, il Presepe Vivente di Potenza Picena è pronto a ripetersi. A seguire ci sarà infine la tombolata nel salone dell'oratorio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE