Multisala Politeama, ecco l'ultimo film di Verdone 'Benedetta Follia'

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 12, 2018

"La ricerca dell'amore - ha spiegato Verdone - nel tempo ci ha resi più soli perché è cambiata". Inoltre il contrasto fra la sfera maschile e quella femminile funziona a dovere, e trova nella coppia Verdone/Pastorelli un modo nuovo di mostrarsi, essendo i due molto lontani anagraficamente e non destinati a stare insieme ai fini della trama, ma incarnando un tipo di relazione molto più vicino a quello padre/figlia (anzi stanno talmente bene sul grande schermo che speriamo da questo momento nascano nuove collaborazioni). Un uomo, come una donna, ha bisogno di amare e sentirsi amato, di inseguire le proprie passioni e i propri istinti - troppo spesso repressi - fondamentalmente di sentirsi libero. Secondo Verdone, "non sono in crisi solo le sale ma lo è anche la televisione".

Donne, social e risate: è il nuovo film dell'attore e regista romano, in uscita nelle migliori sale cinematografiche italiane giovedì 11 gennaio, al centro della programmazione della sala di via Calatafimi per questa settimana.

S'intitola Benedetta follia l'ultimo film di Carlo Verdone ed è sicuramente uno dei suoi film più belli, originali e divertenti di cui è regista e interprete.

E visto che la realtà supera l'immaginazione, le vite di Guglielmo e Luna avranno dei risvolti totalmente inaspettati. Già vista nella sua prima prova attoriale in "Lo chiamavano Jeeg Robot", la Pastorelli è la perfetta spalla comica per Verdone, anche se definirla spalla è talmente riduttivo che le si farebbe torto. Carlo Verdone e gli sceneggiatori sono riusciti a confezionare una commedia formalmente perfetta, che mescola con gusto venature nostalgiche e agrodolci con l'ironia, senza mai scadere nel ridicolo o esagerare particolarmente. Si sfruttano poi elementi d'attualità come le app per incontri per discutere dell'aridità sentimentale del nostro tempo, della difficoltà di avere rapporti umani fisici e sani come una volta, si parla di padri e di figli, di eterosessualità e omosessualità, dell'amore che non guarda l'età anagrafica, delle apparenze e della sostanza.

C'è un Carlo Verdone meno amaro e più dolce che tiene tutti i vecchi pregi, come la capacità di valorizzare attrici dal carisma speciale e dalle doti innate come Ilenia Pastorelli, dal fascino e dal talento di Maria Pia Calzone.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE