La bufala del nipote di Laura Boldrini assunto a Palazzo Chigi

Bruno Cirelli
Gennaio 12, 2018

Quello dei parenti di Laura Boldrini sta diventando un genere letterario 2.0 a sé. Gli è stata data una falsa identità (quella di un certo Luca Boldrini) ed è stata costruita intorno a lui una falsa parentela con la presidente della Camera Laura Boldrini. Ringrazio i tanti cittadini e cittadine che mi hanno scritto chiedendomi di smentire questa foto fatta circolare su Whatsapp, ha scritto su Facebook qualche giorno dopo il pettegolezzo virtuale Laura Boldrini. Da tempo la Presidente della Camera ha deciso di denunciare le offese, cercando di rompere il muro dell'anonimato della rete, per cui i cosiddetti "leoni da tastiera" credono che online tutto sia lecito, anche offendere, minacciare e denigrare senza alcuna conseguenza.

"Io penso- aggiunge- che Luigi Di Maio abbia ragione: lui dice che non vorrebbe mai fare un governo con me e io gli do' ragione perché io ho in mente una agenda progressista in testa e lui no". Ma non va inventato dove non c'è. "Non fatevi ingannare da certe bufale, da chi per guadagnare soldi e gettare fango sugli altri approfitta della vostra buona fede". La Boldrini, infatti, resta scettica su un accordo tra Pd e Forza Italia: "lo vedo male, perché gli elettori vogliono essere rispettati, non votano Pd per governare con il centrodestra", dice la presidente della Camera.

Adesso vi chiedo un favore, amici e amiche di Facebook, fate girare questo post e mandatelo a tutti i vostri conoscenti, anche su Whatsapp. "Sarebbe stato bene che li avessero ascoltati gli osservatori internazionali che erano qui nei giorni precedenti".

Infine sul caso molestie, Boldrini critica il leader di Fi, Silvio Berlusconi: "Non si può buttarla a tarallucci e vino facendo finta che sono cose su cui ci si può ridere sopra". Non è la prima volta che è vittima di catene di sant'Antonio false.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE