Incidente all'Ast, dopo mesi di agonia Gianluca è morto

Barsaba Taglieri
Gennaio 12, 2018

L'incidente il 10 luglio, quando Gianluca, operaio del reparto Pix1 dell'acciaieria, rimase schiacciato tra un coil d'acciaio di oltre 20 tonnellate e la scala che conduce alla cabina di comando. Il ricovero nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Terni durò quasi tre mesi. Carletti; dopo i primi interventi, le sue condizioni, nella loro gravità, sembravano potessero concedere un minimo di speranza, ma l'improvviso peggioramento del quadro clinico, dopo 3 mesi all'ospedale di Terni e il successivo trasferimento a Foligno, non ha permesso a Gianluca Menichino di restare in vita. Il 35enne, inizialmente ricoverato nell'ospedale Santa Maria di Terni e successivamente trasferito nell'istituto riabilitativo Santo Stefano di Foligno, è morto nell'ospedale di Branca martedì, in cui era stato recentemente trasportato.

L'Ast, prosegue il comunicato, "continuerà ad essere vicina alla famiglia e rinnova il suo impegno affinché simili incidenti non si ripetano mai più, nella consapevolezza che la sicurezza e la salute di ogni dipendente siano i beni più preziosi da tutelare".

Sull'accaduto, è ancora in corso un'indagine da parte della procura Terni, guidata dal pm Tullio Cicoria.

"Ci stringiamo ai familiari - affermano - rinnovando il nostro impegno a mettere in atto un'azione ancora più forte e diffusa per la sicurezza nei luoghi di lavoro". "È una vicenda che mi ha toccato profondamente - si legge -, essendo stato io stesso operaio all'interno dello stabilimento ternano ed avendo lavorato fianco a fianco con Gianluca nella stessa squadra e nella stessa linea".

"Con immenso dolore - dichiara il sindaco Leopoldo Di Girolamo - ho appreso del decesso di Gianluca Menichino, il giovane operaio che a luglio scorso è rimasto vittima di un incidente all'interno dell'Ast". Comprensibile il dolore di famiglia e amici, e in generale di tutta la comunità ternana, che fin da subito si è stretta intorno ai parenti dello sfortunato ragazzo.

Sei mesi fa il terribile infortunio sul lavoro, oggi la morte.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE