Giorno Memoria,altre 7 pietre d'inciampo

Bruno Cirelli
Января 12, 2018

Incontro dell'artista con il presidente dell'Assemblea legislativa in occasione della prosecuzione del progetto sorto nell'ambito del "Tavolo della Memoria".

Torino, 11 gen. (askanews) - Nel 2018 le Pietre d'Inciampo, ideate e realizzate dall'artista tedesco Gunter Demnig per ricordare le vittime della deportazione nazista e fascista, verranno posate non solo a Torino, ma in tutti i Comuni piemontesi. A sottolineare l'importanza "di un progetto diffuso di memoria che parte dal basso" è il vicepresidente del consiglio regionale e delegato del Comitato per la Resistenza Nino Boeti che ha anche annunciato alcune delle iniziative per il Giorno della Memoria fra cui un focus dedicato "allo sterminio dimenticato, quello degli omosessuali".

Campo di concentramento

L'artista produce piccole targhe di ottone poste su cubetti della dimensione dei porfidi delle pavimentazioni stradali, che sono poi incastonati nel selciato davanti all'ultima abitazione scelta liberamente dalla vittima.

Ad Ancona ci sono già tre pietre d'inciampo. In venticinque anni sono state circa 63mila le pietre di inciampo collocate in almeno 21 Paesi.

Altre relazioni

Discuti questo articolo