Corea, Trump: Probabilmente ho un buon rapporto con Kim Jong-un

Bruno Cirelli
Gennaio 12, 2018

Mentre le due Coree stanno cercando un terreno di dialogo per assicurare ai loro paesi un clima di pace e Papa Francesco invita di continuo alla negoziazione della pace mediante una "la politica della misericordia", c'è chi la pensa diversamente.

"È tempo di bombardare la Corea del Nord".

Prosegue, nella Penisola coreana, la distensione avviatasi con l'incontro di martedì tra le delegazioni di Nord e Sud che, per la prima volta dopo due anni di silenzio, ha visto funzionari dei due Paesi incontrarsi e avviare un confronto che, partecipazione ai Giochi Olimpici invernali di una delegazione nordcoreana a parte, ha segnato anche la riapertura della "linea rossa" militare e ha toccato, anche solo superficialmente, vari altri aspetti dei rapporti tra le due Coree. Un quadro inquietante quello che emerge dagli scatti di Eric Lafforgue, censurati dal regime del dittatore della Corea del Nord, Kim Jong Un.

Ma in molti non hanno dubbi sul fatto che la Corea stia dando seguito ai suoi test, predisponendo il sito ad un nuovo 'esperimento' nucleare. Secondo Luttwak, i colloqui in corso fra Corea del Sud e Corea del Nord non porteranno a nessun risultato. "Come le due messe a segno da Israele che nel 1981 a Osirak colpì il reattore nucleare di Saddam Hussein e in Siria nel 2007 bombardò un'installazione nucleare comprata, guarda caso, dalla Corea del Nord". Da quando il 20 dicembre il Telegraph ha avuto la sua esclusiva sulla possibilità del naso sanguinante, siamo arrivati adesso al punto che l'amministrazione Trump sta "seriously", seriamente, valutando l'attacco, aspetto che dà sostanza alla retorica apocalittica perpetrata per mesi dal presidente, che però nel suo ultimo passaggio sulla crisi ha aperto alla possibilità di dialogo. Detto questo, scrive Luttwak, gli Usa potrebbero rinunciare a ogni tentativo di salvare la Corea del Sud e lasciarla andare al suo destino. Rappresaglia diretta, missili balistici possono essere considerati un'anticipazione di ciò che potrebbe succedere se in tempi rapidi non si effettua un bombardamento sulla Corea del Nord.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE