Consip, pm chiede altri 6 mesi di indagini su Lotti

Paterniano Del Favero
Gennaio 12, 2018

Novità sul caso Consip.

Oltre al ministro Lotti, la Procura di Roma ha chiesto la proroga delle indagini per altre 11 persone, tutte coinvolte nei vari filoni dell'inchiesta Consip. Quello della Procura di Roma è un elenco di dodici nomi eccellenti. Si va dall'imprenditore partenopeo Alfredo Romeo, già a processo per una prima tranche della vicenda, all'ex parlamentare Italo Bocchino, dal manager Carlo Russo all'amministratore delegato di Grandi Stazioni Silvio Gizzi, passando per l'ex ad di Consip Domenico Casalino, il dirigente della Centrale Centrale acquisiti della pubblica amministrazione Francesco Licci, Luigi Ferrara e il presidente Pubbliacqua Filippo Vannoni. I magistrati hanno sollecitato al gip altri sei mesi di indagini. Il gip si pronuncerà nei prossimi giorni. La richiesta di proroga è stata firmata dal procuratore di Roma, Giuseppe Pignatone, dall'aggiunto Paolo Ielo e dal pm Mario Palazzi.

Lotti - che nel corso di due interrogatori si è sempre dichiarato estraneo alle accuse - fu iscritto a seguito dell'audizione come testimone di Marroni che il 20 dicembre scorso aveva raccontato ai pm napoletani di essere stato informato dell'inchiesta su Consip e delle intercettazioni ambientali nella sede romana della Centrale acquisti della pubblica amministrazione anche dal ministro Lotti, oltre che dal generale Saltalamacchia, dall'ex presidente Consip Luigi Ferrara, e dallo stesso Vannoni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE