Senigallia, 19enne milanese colpito da meningite: attivata la profilassi

Barsaba Taglieri
Gennaio 11, 2018

Doppia profilassi scattata a Senigallia e a Milano per un caso di meningite, accertato nella tarda serata di martedì al pronto soccorso.

Nel mirino delle due aziende sanitarie sono finiti soprattutto l'albergo in cui il diciannovenne vive a Senigallia, la scuola che frequenta e alcuni dei luoghi in cui ha trascorso le sue giornate milanesi. Da qualche giorno non stava bene. Il giovane, da poco rientrato in città dopo le vacanze milanesi in famiglia, si è recato in ospedale per i sintomi di un'influenza. E' stato trasferito al centro di malattie infettive regionale di Fermo. Nel frattempo l'Asur di Senigallia ha attivato il protocollo di profilassi per tutte le persone entrate a contatto con il giovane tra Milano e Senigallia: familiari e amici, compagni di scuola, e tutte le persone venute a contatto al pronto soccorso e nell'albergo dove alloggia. A quel punto, gli stessi dottori ne hanno disposto il trasferimento a Fermo, dove ora si trova nel reparto di terapia intensiva in prognosi riservata, anche se non dovrebbe essere in pericolo di vita. La malattia, contratta probabilmente a ridosso di Capodanno, sarebbe stata diagnosticata in tempo. Il 19enne è vaccinato per la forma più comune è grave, quella da meningococco.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE