Lufthansa chiede "tagli significativi" per Alitalia in una lettera a Calenda

Paterniano Del Favero
Gennaio 11, 2018

E' quando dichiara il ceo di Lufthansa Carsten Spohr in una lettera indirizzata al ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda.

"Pur riconoscendo le preziose misure adottate fino ad oggi sotto la guida dei commissari, crediamo fermamente che resti una considerevole mole di lavoro da fare prima che Lufthansa sia nella posizione per entrare interamente nella successiva fase del processo", scrive Spohr, secondo cui la "Nuova Alitalia" ristrutturata sarà più piccola per personale e flotta. "Siamo certi che anche il nostro Governo, dopo aver investito molto per il risanamento della compagnia, sia in risorse umane che economiche - aggiunge - non prenderà in considerazione tali richieste". Una mossa che ha di fatto riaperto la partita, che sembrava ormai nelle mani di Lufthansa.

Lufthansa chiede inoltre che la ristrutturazione deve avvenire prima dell'effettiva cessione, dovrà essere a carico dell'amministrazione straordinaria la quale dovrà provvedere quanto prima se vorrà avere la Lufthansa come relatore unico.

Questa nuova alleanza, Air France con EasyJet, ha come punto di forza la collaborazione la Delta Air Lines, i quali hanno già da tempo iniziato dei negoziati con Alitalia per aumentare i voli verso gli Stati Uniti. L'aviolinea statunitense ha in mente grandi piani di sviluppo e potrebbe investire due miliardi nelle partnership internazionali. Il fondo di investimento americano Cerberus, invece, non ha ancora un partner europeo e dunque la sua proposta sembra essere ancora troppo debole.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE