11 gennaio - Roma - Anno nazionale del cibo

Bruno Cirelli
Gennaio 11, 2018

Una risorsa del Paese custodita fuori dai tradizionali circuiti turistici che potrà ora essere finalmente tutelata e promossa grazie alla nuova legge n.158/17 che contiene misure per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni. Una iniziativa per far conoscere le specialità territoriali conservate da generazioni negli angoli più remoti del Paese con l'esclusivo studio su "Piccoli comuni e tipicità" con la mappa, i numeri e le dimensioni di una ricchezza straordinaria del Made in Italy regione per regione.

"Le 206 realtà sotto i cinquemila abitanti - spiega la Coldiretti - rappresentano in Sicilia una rete diffusa su oltre il 33% del territorio, con una presenza che unisce il senso di comunità all'appartenenza geografica e la custodia di valori e tradizioni come quella del cibo e dei prodotti tipici". In Calabria sono 318 i comuni con meno di 5000 abitanti con una popolazione di 613.507 il 31,2% della popolazione totale.

Anche le isole più piccole come Ustica (1.308 abitanti) ha legato il nome a prodotti esclusivi, con le lenticchie laviche utilizzate nei menu degli astronauti nello spazio. Ci sono anche prodotti gastronomici le cui origini si perdono nella storia e si legano ad antiche tradizioni religiose, come la molisana treccia di Santa Croce di Magliano (4387 abitanti) che, in occasione delle feste della Madonna dell'incoronata e del patrono San Giacomo, viene messa a tracolla durante i riti e poi consumata come ottimo formaggio.

Non mancano prodotti di nicchia che devono la loro fortuna alla particolare esposizione, come il friulano aglio di Resia (1021 abitanti), dal sapore intenso e raffinato, che viene piantato durante l'inverno sino a 1000 metri di altitudine in piccoli orti che guardano a sud. Scatenano l'orgoglio del mondo contadino lucano i fagioli di Sarconi (1418 abitanti), che con tale dizione, protetta dalla Igp, comprendono numerose tipologie di cannellino e di borlotto noti localmente con una moltitudine di appellativi: 'fasuli russi', 'tovagliedde rampicanti', 'fasuli russi', 'verdolini', 'napulitanu vasciu', 'napulitanu avuti', 'ciuoti o regina', 'tabacchino', 'munachedda', 'nasieddo', 'maruchedda', 'san Michele', 'muruseddu', 'truchisch' e 'cannellino rampicante'. Per trovare le specialità e per scoprire il vero cibo italiano garantito da Campagna amica, sarà attiva per tutto l'anno l'app Coldiretti Farmers for you, con cui avere il buono dell'Italia a portata di clic.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE