Meningite, giovane ricoverato a Lanusei: "Prognosi riservata"

Barsaba Taglieri
Gennaio 10, 2018

Lo studente di 19 anni di Tortolì, ricoverato domenica scorsa per una meningite all'ospedale di Lanusei, è morto intorno alle 20 di oggi, martedì 9 gennaio. Dove si legge: "Gli accertamenti diagnostici sono tuttora in corso anche al fine dell'individuazione dell'eventuale ceppo batterico".

Il paziente è sotto terapia e continuo monitoraggio e, al momento, la prognosi è riservata. Il personale del Servizio di Igiene pubblica della Ats-Assl di Lanusei ha attivato i protocolli per l'individuazione delle persone che nei 10 giorni precedenti alla manifestazione della patologia abbiano avuto contatti stretti con ragazzo.

La notizia della morte di Luca Pisano è stata data dalla direzione della Assl del centro ogliastrino che esprime "cordoglio e vicinanza alla famiglia" del giovane. Quello di Lanusei è stato il quarto caso di meningite in Sardegna nel giro di pochi giorni: prima il ricovero di una studentessa a Cagliari, poi quelli di un anziano e della sua bandate a Nuoro, quindi il giovane in Ogliastra, purtroppo deceduto ieri sera. Secondo gli esperti nell'isola non c'è nessun allarme meningite: "I dato dell'Istituto Superiore di Sanità - specificano ancora i dirigenti dell' Ats - evidenziano un andamento omogeneo della curva epidemiologica della meningite in Sardegna dal 2011 al 2017 e che i casi si concentrano prevalentemente nei mesi invernali". E il direttore del Reparto Malattie Infettive dell'Aou di Sassari Sergio Babudieri, ha sottolineato che "si tratta soltanto di casi sporadici".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE