Autostrade, Delrio: "Sconti per i pendolari soluzione imminente"

Geronimo Vena
Gennaio 10, 2018

Durante l'incontro sono stati esaminati gli strumenti possibili per intervenire a calmierare l'incremento, pari al +12,89%, tra i più consistenti a livello nazionale, derivante direttamente dal riconoscimento di pronunce giudiziarie su ricorsi attivati dalla società, per mancati riconoscimenti degli investimenti negli anni scorsi. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio annuncia sconti del 20% per i pendolari. Al Ministro porteremo le richieste già inviate e contenute in un documento sottoscritto da tutti i sindaci, i cui punti principali sono: immediata sospensione degli aumenti e ritorno immediato alle tariffe in vigore fino al 31.12.2017; creazione di un tavolo istituzionale che possa ridefinire i criteri di concessione autostradale con Strada dei Parchi. L'obiettivo del Mit è quello di poter permettere in futuro un adeguamento del costo dei pedaggi non superiore al 4%.

"Siamo moderatamente soddisfatti dell'esito di questo incontro - ci ha detto telefonicamente Enzo Di Natale sindaco di Aielli - ma continuiamo nella nostra battaglia cercando di mantenere alta l'attenzione fin quando non si giunga ad una soluzioni che soddisfi l'intero territorio".

Alla luce delle "novità importanti" comunicate dal ministro, "chiediamo al gestore di sospendere gli aumenti", le parole di Zingaretti. Questa è una proposta credibile e anche una richiesta in sintonia con il grande disagio che ha provocato.

L'incontro, che si è tenuto nel pomeriggio di martedì 9 gennaio, ha posto le basi anche per interventi a lungo termine. Pierpaolo Pietrucci, consigliere Pd, ha detto che "il problema ha bisogno di soluzioni complesse che vedranno coinvolti tutti, con il protagonismo dei sindaci".

L'incontro al ministero era iniziato con la protesta di un gruppo di militanti di CasaPound che hanno tentato di entrare al Mit, tanto da costringere la sicurezza del palazzo ad intervenire per bloccarli all'esterno. "Lo invitiamo a non fare campagna elettorale".

Così Strada dei Parchi, in una nota diffusa in serata. "La concessionaria di A24 e A25, comunque, non è disposta ad accogliere soluzioni che scarichino di nuovo sulla società l'onere delle tariffe".

Intorno ad un tavolo, oltre al ministro dei trasporti Delrio i presidenti del Lazio Zingaretti e d'Abruzzo D'Alfonso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE