Catalogna. Rajoy non accetta incontro Puigdemont

Bruno Cirelli
Dicembre 24, 2017

Le tre liste separatiste (JxCat, Erc e Cup) ottengono insieme la maggioranza assoluta dei seggi, 70 su 135, ma non dei voti, arrivando al 47,5 per cento.

Il legale di Puigdemont ritiene che l'ex presidente della Catalogna "sia disposto a tornare", ma deve valutare "se può fare più lavoro dentro o fuori: è una decisione politica che deve essere presa nei prossimi giorni", ha precisato. Le tre liste unioniste (Cs, Psc e Pp) conquistano complessivamente invece 57 deputati.

Il primo partito è però il centrista unionista "Ciudadanos" di Inés Arrimadas con 37 seggi.

Le elezioni che di ieri - ha detto - "richiedono un nuovo inizio".

"La Repubblica catalana ha battuto la monarchia, Rajoy è stato sconfitto".

Il portavoce della Commissione dell'Unione Europea ha fatto sapere che "la posizione Ue sulla Catalogna non cambierà". Il leader catalano rischia l'arresto in Spagna, che lo accusa di aver illegalmente organizzato il referendum secessionista.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE