"Il Morgan che avete conosciuto è morto": annuncio shock del cantante

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 18, 2017

Il cantautore lombardo ha infatti deciso di annullare ogni contatto col suo passato, iniziando a vendere tutto quello che glielo ricorda. Marco Castoldi vuole iniziare un nuovo percorso professionale e di vita, ed invita tutti i suoi supporters a dimenticare la sua vecchia immagine.

Morgan ha annunciato ai fan, su Facebook, che l'artista che hanno sempre conosciuto 'è morto'. "Chiuso un ciclo di vita, mi preparo a entrare in uno nuovo fatto di musica nuova, voce nuova, corpo nuovo, stile nuovo".

Come fa l'artista 44enne ad eliminare in un attimo tutto quello che riguarda il suo passato? Ma anche tanti altri oggetti.

Tra i tanti oggetti in vendita - con prezzi base dai 120 euro ai 700 - ci sono lo Skateboard Elvis ("utilizzato da M per andare al distributore di sigarette nelle ore notturne"), il Sintetizzatore Basso-Synth (di tipo analogico, "usato da M per la realizzazione del primo album dei Bluvertigo Acidi e Basi") e la Maglia MTV-Dissoluzione ("indossata da M. nel momento della premiazione degli EMA 1998"). Lo scrive in un messaggio datato 9 dicembre ma pubblicato oggi pomeriggio sul suo profilo Facebook e sul sito ufficiale. Gli oggetti vengono periodicamente messi all'asta e la persona che avrà effettuato l'offerta più alta entro la scadenza, aggiudicandosi l'oggetto, potrà ritirarlo, in data e orario che verranno concordati successivamente, direttamente brevi manu da Morgan a casa sua in quel di Monza e farselo autografare. Non si capisce bene in cosa consisterà questo cambiamento, e quali saranno i prossimi passi dell'ex giudice di X Factor così come non si sa quanto abbia inciso l'esclusione della sua canzone dal prossimo Festival di Sanremo a cui, ha detto qualche giorno fa all'Ansa, aveva proposto un brano, anzi " il più bel brano degli ultimi 49 anni". Difficile saperlo. Continuerà con la musica o si dedicherà al piccolo schermo, come ha sempre sognato?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE