"Bastardi islamici", Maurizio Belpietro assolto per il titolo su Libero

Bruno Cirelli
Dicembre 18, 2017

Maurizio Belpietro, direttore de La Verità ed ex direttore di Libero, è stato assolto "perché il fatto non sussiste" dall'accusa di "offese a una confessione religiosa mediante vilipendio di persone", aggravate dalla finalità di odio razziale. La lingua italiana e' chiara, basta andare su google e digitare 'islamico' e si puo' leggere 'aggettivo. Il pm Piero Basilone aveva chiesto di condannare l'imputato a una multa di 8300 euro.

E l'allora direttore, per l'accusa, era "perfettamente consapevole di offendere" con una "espressione che ha generato grande frustrazione nella comunità musulmana". "E terroristi che ammazzano a sangue freddo sono bastardi", si era difeso Belpietro durante l'interrogatorio in aula. Il processo era scaturito dalle querele depositate da una decina di musulmani e nel corso del dibattimento era stato ammesso il Caim, coordinamento delle associazioni islamiche di Milano e Monza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE