Striscione tifosi Napoli contro De Laurentiis: "il tuo compito è vincere"

Rufina Vignone
Dicembre 17, 2017

I primi ricordi? "Napoli-Cittadella mi ricorda sicuramente un momento emozionante". Era il primo vagito del nuovo Napoli di Aurelio De Laurentiis, quello che ripartiva sotto la denominazione Napoli Soccer dalla Serie C. Debutto al San Paolo con il Cittadella, 3-3 con gol di Ignoffo, Savino e Toledo.

De Laurentiis si dichiara soddisfatto della sua creatura: "Sono soddisfattissimo perchè dove tutto non funziona e dove c'è una situazione di debiti dare una continuità al Calcio Napoli, in un contesto territoriale così complesso e così difficile, dimostra che a Napoli si può lavorare e che i napoletani sono il popolo più straordinario del mondo".

Sul mondo del pallone: "Dal cinema ho tratto grande insegnamento, nonostante non venga considerata un'industria". Nei prossimi dieci anni, cambierà molto il calcio. Io lo sto dicendo da tempo, la gente forse è distratta dall'esigenza di affrontare i temi quotidiani, ma noi dobbiamo prepararci a questo cambiamento. Le piattaforme saranno uno stadio virtuale. Bisogna capire come legare sempre di più lo spettatore-tifoso all'azienda calcistica, qualsiasi essa sia.

L'inserimento del Napoli nel calcio femminile darà una spinta immensa ad un movimento in ascesa, a cui anche lo stesso UEFA tiene molto e che cerca di incentivare tramite dei benefit, non tanto di natura economica, ma di prestigio, che poi possono essere usati dalla società per attirare più sponsor e soprattutto, almeno in una fase embrionale, di portare in città una ventata d'aria fresca per il futuro del calcio in Italia. Mi auguro che il Napoli sia sempre attore protagonista. "Dipenderà dalle trasformazioni del calcio".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE