Roma, Di Francesco: "Chi si accontenta cade"

Rufina Vignone
Dicembre 15, 2017

"Schick deve lavorare fisicamente ma anche tatticamente nell'aggressione degli avversari, magari Dzeko gli spiega quello che non capisce".

La diffida di Nainggolan prima della gara contro la Juventus non preoccupa: "Se pensassi solo ai bianconeri commetterei un grave errore: la formazione non la faccio mica secondo questi criteri". I sardi sono una squadra da non sottovalutare: "Le ultime gare le hanno interpretate bene, reagisce, ha fisionomia e identità". Davanti con Pavoletti e Joao Pedro, ma anche Farias, sono forti ma noi dobbiamo giocare per vincere. Ci tenevo a dire che domani giocheremo con una maglia celebrativa per Telethon, è il quinto anno consecutivo e siamo orgogliosi di porterlo fare.

Le occasioni da gol. "Su questo si ci allena in campo e mentalmente". Si possono far vedere in tv o su una lavagna, ma bisogna allenarsi in campo. A dare una mano potrebbe esserci Shick, che sta trovando una grande intesa con Dzeko dentro e fuori dal campo: "E' un piacere sentire che i ragazzi si siano integrati, specialmente per loro che giocano nello stesso ruolo". Che rischi ci sono per domani? E' possibile vederli insieme ma non mi piace che si parli di coppia, in attacco abbiamo un tridente.

"Innanzitutto deve migliorare la sua condizione fisica e atletica, è un ragazzo intelligente che si applica in un certo modo, ha grandi mezzi e margini di miglioramento". I margini per migliorarsi li dobbiamo avere per forza e il fatto che le altre grandi facciano più gol di noi è un fatto. "Più in avanti si vedrà il da farsi". Devono ricercare il gol con più cattiveria. Dire di essere cattivi è facile, le cose però vanno fatte. "Tutto va allenato, insieme con all'aspetto psicologico". E' un ex calciatore ma non è un calciatore, quando giocava era già nato per fare questo. "Sarei felice se diventasse presidente". "Nainggolan diffidato? Può essere titolare". Lo preferisco a destra per come intendo io il calcio, ma può giocare anche a sinistra.

Si aspetta qualcosa dal mercato?Se volete un pensiero sul mercato, chiedetelo al direttore Monchi.

In settimana si è parlato molto delle difficoltà a concretizzare della Roma: si allena in campo o si lavora sulla testa?

Richieste da altre squadre. Non c'è il rischio che mi possa distrarre perché io non ho fatto ancora niente. Io personalmente non ho sentito nulla. C'è ancora molto da fare, chi si accontenta cade e non ottiene nulla. Noi stiamo lavorando dal punto di vista mentale e psicologico, tutti possono parlare bene o male, ma io sono concentrato sulla Roma. "Sono concentratissimo solo sulla Roma e contentissimo di allenare questo club".

Kolarov. "Lo faremo riposare". Emerson è migliorato tantissimo, gli manca poco per tornare come prima. "Ha bisogno di fare qualche partita dall'inizio. credo che sia arrivato il suo momento, non penso sabato ma mercoledì con il Torino partirà dall'inizio".

Arrivare in fondo in tutte le competizioni. "Pretendo che la squadra affronti tutte le competizioni in un determinato modo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE