Firenze: la Curia vende ai musulmani il terreno per costruire una moschea

Bruno Cirelli
Dicembre 15, 2017

"Realizzare una moschea in una proprietà della diocesi è un raggiro a danno degli abitanti di Sesto Fiorentino: fino a ieri sapevano che quei terreni sarebbero stati utilizzati per il culto cattolico e invece tutto a un tratto scoprono che lì ne sarà realizzato uno islamico senza che i cittadini siano stati interpellati". Secondo quanto riportato da La Nazione, è stato infatti raggiunto un accordo tra l'arcidiocesi fiorentina, la comunità musulmana, il comune di Sesto e l'università di Firenze. "Abbiamo una moschea a Campi, una a Borgo San Lorenzo e anche i fratelli di Sesto hanno bisogno, per cui si farà questo accordo. Stiamo lavorando - spiega Elzir - ma purtroppo ancora non abbiamo la risposta". Il protocollo di intesa sarà firmato il prossimo 22 dicembre, dopo l'esame da parte dei rispettivi organi competenti.

La futura realizzazione della moschea a Sesto Fiorentino in un terreno attualmente di proprietà della Diocesi di Firenze ha scatenato nel giro di pochi minuti una girandola di reazioni avverse tra le fila delle forze di opposizione in Consiglio regionale.

"Io non sminuirei questo bel risultato". Così il sindaco di Firenze Dario Nardella commenta le affermazioni dell'imam. Per le modalità con cui si è arrivati a questo risultato e per il posizionamento - aggiunge Nardella - non c'è dubbio che questo luogo di preghiera sia di interesse metropolitano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE