Nuovo super farmaco contro la leucemia costa 400mila euro: "Solo per ricchi"

Barsaba Taglieri
Dicembre 14, 2017

Il Kymriah è l'ultimo ritrovato nella lotta alla leucemia: un farmaco che viene prodotto dalla Novartis, colosso dell'industria farmaceutica. E' questa l'accusa lanciata contro i Kymriah di Novartis.

La terapia genica è la nuova promettente frontiera contro il cancro, e il costosissimo Kymriah potrebbe essere utilizzato per i pazienti che non rispondono positivamente alle cure standard. Questo farmaco fa sì che le cellule dei pazienti possano riconoscere le cellule tumorali e quindi attaccarle per distruggerle.

"I costi sanitari sopra la media in Svizzera non dipendono in primo luogo dai prezzi dei farmaci. Però l'unica malattia per cui si è dimostrato efficace è la leucemia per bambini". "Si potranno abbattere quando non ci si concentrerà più solo sui farmaci, che rappresentano solo il 10% del totale, ma anche, ad esempio, le inutili diagnosi, i trattamenti eccessivi o lo sfruttamento delle apparecchiature tecniche". "Inoltre Kymriah è un trattamento una tantum, mentre la terapia standard, che costa 100.000 franchi all'anno, può essere molto più costosa", è questo quanto dichiarato dal presidente del CDA di Novartis. Questa nuova procedura è stata sperimentata su una bambina che stava per morire e che ora è senza tumore da cinque anni. In Europa invece il farmaco ha raggiunto la fase sperimentale 2 (si sta conducendo una verifica preliminare dell'efficacia terapeutica) per la leucemia linfoblastica acuta nel bambino. La terapia prevede l'utilizzo linfociti T chimerici (CAR-T), particolari cellule del sistema immunitario. Le cellule dei pazienti vengono rimosse, modificate per la terapia genica e reinserite nuovamente. Tali linfociti T una volta estratti da un campione di sangue del paziente, vengono coltivati in laboratorio. Possono essere definiti "farmaci viventi", perché si espandono e si contraggono a seconda del carico tumorale che incontrano.

Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE